≪ Torna indietro

IL PIÙ GRANDE MURALE ECOLOGICO D’EUROPA

IL PIÙ GRANDE MURALE ECOLOGICO D’EUROPA

Si trova a Roma nel cuore del quartiere Ostiense, il nuovo murales “Hunting Pollution” – “A caccia di inquinamento”.

Realizzato con pitture eco-sostenibili al 100 % che “purificano l’aria”.

Questa pittura, usando la tecnologia Airlite, “mangia” le polveri inquinanti trasformandole in sali inermi.
Utilizzando la luce solare, quindi senza nessun consumo di energia e con una efficienza in alcuni casi maggiore, la Airlite che non è liquida come le vernici, attiva un meccanismo simile alla fotosintesi delle piante e produce una reazione chimica in cui un elettrone viene ceduto e incontra le molecole del vapore acqueo, combinandosi con esse e formando un legame OH. Si crea così un elemento che incontra altri elementi fissati con il calcio disponibile, formando sali a base di calcio (cloruro, fosfato, nitrato, ecc.) capaci di eliminare gli inquinanti presenti. Altrettanto dicasi per i batteri, che ricevono una sorta di “scossa” letale da questo processo chimico.

I 1000 mq dipinti equivarranno a un bosco di 30 alberi, in un quartiere, che soffre la mancanza di spazi verdi.

L’opera è di Federico Massa, in arte Iena Cruz – street artist milanese ma da 8 anni di casa a New York dove lavora come muralista e scenografo. Tutti i suoi lavori negli ultimi anni si sono focalizzati sul tema del cambiamento climatico e sui rischi derivanti dall’inquinamento.

Hunding pollution
 rappresenta un airone tricolore, una specie in via di estinzione, in lotta per la sopravvivenza. Ma l’opera presenta una doppia chiave di lettura: da una parte l’animale, inconsapevolmente, cattura la sua preda in un mare fortemente inquinato; dall’altra sarà lui stesso a cacciare l’inquinamento in uno degli incroci più trafficati e inquinati della capitale.

 

Veronica De Angelis (poco più che trentenne) è la proprietaria dell’intero palazzo, erede della famiglia di costruttori romani:
“Ho deciso di dare vita a un progetto artistico ambizioso, che diventa anche una scommessa e una giocosa sfida rivolta ad altre persone come me: quanto siete pronti a mettervi in gioco per tutelare l’ecosistema e ciò che ci circonda?”.

“Hunting Pollution” è solo un primo passo nel più ampio Yourban2030, progetto no profit impegnato in un percorso di consapevolezza e sensibilizzazione sui temi della green economy, attraverso l’utilizzo delle più moderne espressioni del linguaggio artistico. A partire dalla street art.

 

“Hunting Pollution”, a Roma il murales green più grande d’Europa – VIDEO

 

 

 

ARTICOLI PIÙ LETTI