≪ Torna indietro

CESSIONE DEL CREDITO

CESSIONE DEL CREDITO

Quando si realizzano opere di risparmio energetico, molto spesso si ha la facoltà nel recuperare una parte della spesa sotto forma di detrazione fiscale, ovvero una riduzione delle imposte dovute in fase di dichiarazione dei redditi.  La quota di spesa detraibile dipende dal tipo di intervento eseguito, nella fattispecie:

• dal 50% al 65% per interventi effettuati su singole abitazioni
• fino al 75% per interventi realizzati su parti comuni dei condomini
• fino all’85% per interventi che prevedano un miglioramento del comportamento antisismico delle strutture.

Nel tempo, inoltre la legislatura ha garantito ad una platea sempre più ampia la possibilità di cedere il proprio credito d’imposta alla società che realizza le opere, in cambio di uno sconto immediato sul costo dei lavori. Si tratta di un’opportunità particolarmente interessante tanto per chi non ha capienza fiscale sufficiente a coprire l’ammontare della detrazione, quanto è più efficace per chi preferisce salvaguardare la propria liquidità rinunciando al beneficio negli anni futuri.

Dal 1 luglio 2019, con l’entrata in vigore della legge 28 giugno 2019 n. 58, questa opzione è stata attivata anche per gli interventi di “ristrutturazione edilizia” che prevedano un risparmio energetico, fino ad ora esclusi dal meccanismo della cessione del credito.

Tra i nuovi interventi incentivabili, vi sono, tra gli altri:

• la coibentazione delle strutture opache che non raggiungono i valori minimi per accedere alla detrazione del 65%• l’installazione di impianti solari termici o fotovoltaici• l’installazione di caldaie a condensazione.

È necessario precisare che questo tipo di detrazione si applica solo alle unità residenziali per i soggetti privati, mentre le aziende non beneficiano di questa opportunità, non essendo soggette al pagamento dell’IRPEF.

Per un elenco esaustivo degli interventi degli interventi incentivanti ➡️CLICCA QUI

Per leggere la normativa ➡️CLICCA QUI
Se vuoi ottenere maggiori informazioni, CONTATTACI!

ARTICOLI PIÙ LETTI