≪ Torna indietro

COMUNE DI CAMPONOGARA

IL PIANO D’AZIONE PER L’ENERGIA SOSTENIBILE E L’INVENTARIO DI MONITORAGGIO DELLE EMISSIONI

Il 27 aprile 2011 il Comune di Camponogara ha aderito al Patto dei Sindaci, adesione volontaria che impegna le amministrazioni aderenti a redarre entro un anno il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES), a ridurre del 20% le emissioni di CO2 del territorio comunale, aumentare del 20% la produzione di energia da fonti rinnovabili, tutto entro il 2020.

Il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile del Comune di Camponogara ha fatto emergere che il settore che produce maggiori emissioni di CO2 è quello dell’edilizia residenziale (il 45% della quota totale). Il trend pro-capite delle emissioni totali di CO2 nel periodo che va dal 2005 al 2010 è pari a -5,9%.

Il Comune per coinvolgere la cittadinanza ha organizzato un incontro pubblico dove sono stati illustrati gli impegni dell’amministrazione al Patto dei Sindaci e gli obiettivi del PAES. Sono previste dalle azioni di Piano, quali, attività di sensibilizzazione presso le scuole, promozione di un protocollo d’intesa con il settore terziario, creazione di uno Sportello energia.

Ogni due anni va redatto l’Inventario di Monitoraggio delle Emissioni (IME) per esaminare l’andamento delle azioni e il raggiungimento degli obiettivi prefissati dal PAES. Il 14 ottobre 2015 il Comune di Camponogara ha approvato la prima relazione di monitoraggio del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) con riferimento al biennio 2013-2014. La relazione d’attuazione mette a confronto i dati del 2013 con quelli presenti nel PAES (anno base 2005): l’obiettivo di riduzione delle emissioni al 2020 era -27%, obiettivo superato con -29% al 2013. Analizzando i dati emerge che il settore dei trasporti privati ha subito una notevole riduzione dei consumi, pari a -47%, dovuta alla crisi economica.

Il comune ha realizzato 6 delle 34 azioni previste nel piano. Con l”aggiornamento ne sono state aggiungente altre 13, oltre a quelle già previste, di cui 5 completate.

Per il monitoraggio sono stati realizzati:

  • inquadramento energetico;
  • Inventario Monitoraggio delle Emissioni;
  • attività di comunicazione;
  • stesura del monitoraggio;
  • aggiornamento nuove azioni;
  • assistenza in fase di approvazione del monitoraggio.

IL PIANO PER IL CONTENIMENTO DELL’INQUINAMENTO LUMINOSO

A settembre 2013 il Comune si è adottato anche del PICIL che ha permesso di censire i 2.225 punti luce dei 94 impianti di illuminazione installati nel territorio comunale. I consumi energetici dell’illuminazione ricoprono il 47% dei consumi energetici del comparto pubblico di Camponogara. Un impegno economico consistente da parte del Comune per illuminare strade, piazze, impianti sportivi. Il PICIL, seguendo quanto previsto dalla L.R.V. 17/2009, cerca di ridurre i consumi energetici e l’inquinamento luminoso dovuto ad una cattiva illuminazione attraverso 9 strategie di adeguamento dell’illuminazione esterna da operare entro il 2024.

Ogni cittadino, seguendo il nuovo articolo del Regolamento Edilizio, può contribuire a ridurre l’inquinamento luminoso di Camponogara e risparmiare energia e soldi. Mentre per i tecnici il PICIL ha definito l’iter progettuale da seguire per  realizzare nuovi impianti di illuminazione sicuri, non inquinanti ed efficienti. Il PICIL costituisce una azione concreta all’interno del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile.

Per la redazione del PICIL è stato fatto:

  • inquadramento territoriale;
  • analisi dello stato di fatto dell’illuminazione esterna;
  • classificazione stradale, classificazione illuminotecnica;
  • pianificazione degli adeguamenti e delle nuove installazioni;
  • analisi economica e del risparmio energetico.

Committente:

Comune di Camponogara

Data adesione Patto dei Sindaci:

27 aprile 2011

Nr. abitanti:

13.000

Territorio:

21 kmq

Obiettivo PAES:

-27%

Riduzione monitoraggio 2013-2014:

-29%